.

.

venerdì 15 aprile 2016

sapone in casa con procedimento a caldo

Gli ingredienti base sono essenzialmente tre, ovvero olio, soda caustica e acqua. Ingredienti per fare il sapone con il procedimento a caldo Olio di oliva (a scelta tra i vari oli o grassi che trovate in commercio) Cera d’api o paraffina (anche combinati con altri oli) Olio di cocco o di mandorle (anche combinati con altri oli) Idrato di sodio (soda caustica in cristalli) Acqua Per personalizzare il sapone nel colore, nel profumo ma anche nelle proprietà, si possono usare: Coloranti naturali: hennè, cacao, curcuma, zafferano, caffè… Oli essenziali per uso cosmetico polvere di caffè per ottenere effetto scrub Come fare il sapone Pesiamo l’olio. Per 1 kg di olio (che non coincide con 1 lt d’olio) sarà necessario pesare 350 g d’acqua. Quindi per fare le proporzioni dovremo stabilire anche il peso il peso dell’acqua. Per 600 etti d’olio, il calcolo sarà questo: 600×0.350= 210 g d’acqua. Per sapere la differenza tra 1 Kg e 1 Lt di olio, leggete QUI Versiamo l’olio in un contenitore e teniamolo da parte. Versiamo l’acqua dentro il contenitore di pirex e teniamola da parte. Pesiamo la soda caustica prendendola con il bicchiere di plastica. IMPORTANTE: per questa operazione vi consigliamo di indossare occhiali protettivi, guanti di gomma e grembiule. Per 1 kg d’olio servono 134 gr di soda caustica. Fare un calcolo esatto del peso è essenziale anche per la soda caustica, ovvero: per 600 etti di olio: 600 x 0.134 = 80,4 g di soda caustica. A questo punto versiamo la soda caustica nel contenitore dell’acqua (non il contrario). Facciamo molta attenzione a non scottarci, perché la temperatura dell’acqua salirà fino a circa 80° C. Mescoliamo con un cucchiaio di legno per far sciogliere bene la soda. Riponiamo il contenitore in un luogo riparato affinché si raffreddi: passati 15 minuti circa, usando un termometro da cucina, possiamo accertarci che la temperatura scenda fino a 45 ° C circa. Mettiamo l’olio (o i grassi) in una grande pentola in acciaio (grande almeno il doppio del volume dei grassi) e mettiamola su fuoco lento. Facciamo riscaldare l’olio fino a raggiungere i 45° C circa e poi togliamo la pentola dal fuoco. Andiamo a prendere il contenitore con l’ acqua e soda (la temperatura, come detto prima, deve misurare circa 45° C) e versiamola lentamente dentro la pentola con l’olio. Mescoliamo tutto con un cucchiaio di legno. Emulsioniamo bene il tutto per circa 5-10 minuti con il frullatore ad immersione, fino a raggiungere un composto omogeneo e senza grumi. La miscela sarà perfetta quando raggiungerà la “fase del nastro”, cioè la fase in cui le gocce che scendono dal frullatore nell’impasto, resteranno in superficie invece di amalgamarsi al composto. La saponificazione Prendiamo una pentola più grande di quella dove abbiamo preparato il composto e versiamoci dell’acqua calda (tutta la pentola deve essere calda), mettiamoci dentro la pentola più piccola. Mettiamo sul fondo della pentola con l’acqua calda, un oggetto resistente al calore, in modo che l’altra pentola non sia direttamente a contatto con la fonte di calore che accenderemo. La tecnica più o meno è quella a “bagnomaria”. Accendiamo un fuoco basso e posizioniamo la pentola. Copriamo la pentola interna con un coperchio. Mescoliamo l’emulsione ogni 30 minuti con un cucchiaio di legno facendo attenzione a non far bollire l’acqua. Questa operazione durerà 2 ore, passate le quali il colore e la consistenza del sapone inizierà a cambiare fino a diventare trasparente. Togliamo quindi la pentola dal fuoco e facciamo raffreddare. Quando il sapone è ancora morbido, possiamo personalizzarlo con altri ingredienti, con coloranti naturali, con le vostre essenze preferite o con sostanze adatte a renderlo scrub. Mescoliamo con il cucchiaio di legno. Facciamo freddare ancora un po’ e versiamo il nostro sapone dentro un contenitore in alluminio (o dentro gli stampi), facendo attenzione alle bolle d’aria che potrebbero formarsi. Nel primo caso possiamo pensare di tagliarlo come preferiamo, una volta che sarà ben freddo (3 giorni è il tempo ideale) Per togliere il sapone dagli stampi con facilità, infiliamoli per qualche minuto nel freezer. Passati i 3 giorni le saponette saranno ben formate.

Nessun commento:

Posta un commento