.

.

mercoledì 6 gennaio 2016

graffe fatte in casa

Ingredienti: 500 g. di farina 00 50 g. di burro morbido 15 g. di lievito di birra fresco 40 g. di zucchero semolato la scorza di un limone grattugiata 2 cucchiaini di estratto di vaniglia 2 uova intere 200 ml di acqua Per friggere un litro di olio di arachide per rifinire zucchero semolato un pizzico di cannella zucchero al velo Sciogliere il lievito in acqua appena tiepida,aggiungendo un cucchiaino dello zucchero e qualche manciata della farina.Lasciare riposare un quarto d’ora fono a quando non si sarà formata una schiuma in superficie.Battere le uova con lo zucchero in un’ampia ciotola.Aggiungere anche il burro ammorbidito e tutti gli aromi insieme ad un pizzico di sale.Unirvi poca per volta tutta la farina setacciata e il lievitino e cominciare ad impastare.Versare tutto sul piano di lavoro e lavorare energicamente fino ad ottenere un impasto liscio e abbastanza morbido e che non attacchi più alla spianatoia.Far lievitare fino al raddoppio.Ricavare dei filoncini e formare le graffe classiche incrociando le estremità.Lasciare lievitare ancora e friggere poche alla volta in olio profondo e caldo,ma non bollente per dare il tempo di cuocere all’interno.Scolare su carta assorbente e passare ancora calde in zucchero semolato,miscelato ad un pizzico di cannella.Cospargere infine anche con zucchero a velo,donerà quella crosticina tipica delle graffe. Naturalmente è un impasto che può essere fatto anche nella planetaria,ma avevo voglia di mettere le mani in pasta e l’incordatura è stata abbastanza semplice. Con questa dose ho ottenuto 18 graffe

Nessun commento:

Posta un commento