.

.

giovedì 6 novembre 2014

Torta tres leches

RICETTA: - 5 uova intere - 1 1/2 teaspoon di lievito secco - 1/4 teaspoon sale - 1 cup farina 00 - 1 cup zucchero (diviso in due) - 1/3 cup di latte - 1 lattina di evaporated milk (è stata una ricerca lunga e complicata!) - 1 lattina di latte condensato zuccherato - 1/4 cup di panna da montare - 1 teaspoon estratto di vaniglia ( o usare del lievito vanigliato) per la copertura: - 500 ml di panna da montare + 3 tablespoons di zucchero (unione del composto con i tuorli e quello con gli albumi) In un recipiente mescolare la farina, il sale ed il lievito. Separare le uova. Sbattere i tuorli con 3/4 di cup di zucchero fino a che raddoppino di volume, aggiungerci il latte e la vaniglia e continuare a mescolare. Versare questo composto di latte e uova su quello a base di farina ed amalgamarli delicatamente. A parte montare gli albumi insieme a 1/4 di cup di zucchero fino a che siano soffici. Unire la preparazione principale a quella di albumi molto lentamente e mescolando con una spatola dal basso verso l'alto. Versare in una teglia adeguatamente oliata e cuocere a 180 ° (in forno preriscaldato) per 35-45 minuti o fino a che lo stecchino di prova esca pulito. A me sono bastati 25 minuti, ma il mio forno notoriamente è Flash Gordon. Far raffreddare la torta completamente. Versare in un contenitore capace il latte condensato, quello evaporato, la panna e mescolare con un cucchiaio di legno. Con la forchetta bucherellare bene la superficie della torta, anche sui bordi e versarci questo composto, con molta pazienza per farne assorbire il più possibile. Questa operazione è bene farla in una teglia più grande della torta o anche poggiandola su un piatto dai bordi alti, così si potrà versare anche il liquido sul fondo e nei 30 minuti che è necessario aspettare ne assorbirà dell'altro. Per il top zuccherare la panna e montarla. Con l'aiuto della spatola avvolgerne la torta. Conservare in frigo. Uno dei dolci più buoni che abbia mai mangiato: è morbidissima e sa ovviamente tanto di latte. fonte http://www.barnata.it/



Nessun commento:

Posta un commento