.

.

sabato 20 aprile 2013

TORTA ARCOBALENO

Ingredienti per 6 stampi da 24 cm: 400 gr di farina 00 5 cucchiaini di lievito 1 pizzico di sale 270 gr di burro 600 gr di zucchero 6 albumi 430 ml di latte 1 cucchiaio di estratto di vaniglia Ingredienti per la crema al formaggio 500 gr di formaggio philadelphia 100 gr di ricotta 500 ml di panna da montare 70 gr di zucchero a velo 1 cucchiaio di estratto di vaniglia Ingredienti per la copertura 250 ml di panna montata 50 gr di farina di cocco decorazioni in pasta di zucchero Tempo di preparazione: 1 ora e 30 min Tempo di cottura: 45 min Tempo totale: 2 ore 15 min Come fare la rainbow cake Preriscaldate il forno In una ciotola mescolare la farina, il lievito ed un pizzico di sale. In un’altra ciotola più grande lavorare il burro ammorbidito con lo zucchero. Aggiungere quindi gli albumi e l’essenza di vaniglia fino ad ottenere una crema. Aggiungere ora in maniera alternata la farina ed il latte in 2 o tre volte. Contnuate a mescolare fino ad ottenere un impasto fluido e omogeneo Dividete l’impasto ottenuto in 6 ciotole uguali e in ognuna aggiungiamo un colorante in modo da avere i 6 colori. Mescolate n 6 cucchiai diversi Prendete 2 stampi da 24 cm (non a cerniera mi raccomando), imburrate ed infarinate ed aggiungete separatamente i primi due colori Cuocete a 180°C per 15 minuti quindi toglieteli dallo stampo e poggiateli su della carta forno. Imburrate di nuovo gli stampi e cuocete gli altri 2 colori e così fino a cuocerli tutti e 6, impilandoli ogni volta l’uno sull’altro intervallandoli con degli strati di carta forno leggermente imburrata.Dopodichè lasciamo freddare. Iniziamo ora a preparare la crema al formaggio Montate la panna ben fredda di frigo Lavorate la ricotta ed il formaggio philadelphia con lo zucchero a velo e l’essenza di vaniglia Una voltaottenuta unha crema liscia, aggiungere la panna motata in precedenza, incorporandola delicatasmente alla crema Prendiamo ora il primo disco di torta, il Viola,poggiatelo
su un piatto ( quello sul quale servirete la torta) Copritelo con la crema al formaggio, poi poggiate il disco blu e coprite anche questo con la crema Poggiate il verde, lo coprite e così via…




 Poi proseguite con il colore giallo, poi l’arancio ed infine il rosso, intervallando ogni volta con uno strato di crema. Una volta finito coprite con uno strato leggero di farcia su tutta la torta, bordi compresi e mettete in frigo a riposare almeno 1 ora Riprendete la torta e glassatela con la panna montata o con una crema al burro o con un frosting che preferite e spolverizzate con la farina di cocco Poggiate lungo tutto il bordo della torta delle palline di pasta di zucchero alternando i colori che richiamano l’arcobaleno e cercando di incastonarli nella farcitura della torta Poggiate sulla superficie le letterine di pasta  di zucchero Prendete ora l’arcobaleno e piantatelo sulla torta e posizionate le nuvolette alle sue palle per dargli stabilità...
Per realizzare l’arcobaleno in pasta di zucchero: Almeno 3 giorni prima preparate le vostre decorazioni in pdz. Per fare l’arcobaleno preparate 6 panetti di pdz di 6 colori viola, blu, verde, giallo, arancio e rosso, gli stessi colori che utilizzerete poi per fare i dischi della torta e le palline colorate Lavorate ogni panetto formando un cordoncino che andrete ad adagiare sulla base di uno stampo a cerniera da 24 cm e che dovrà ricoprire la metà del cerchio. Man mano formate gli altri cordoncini e posizionateli ad arco l’uno a fianco all’altro, spennellando con un pochino d’acqua per farli legare Lasciate asciugare quindi con la pdz bianca formate delle palline bianche che infilzerete con gli stuzzicadenti lunghi e vi serviranno come base per l’arcobaleno. Infilzate quindi le palline con altri stuzzicadenti che andranno poi infilzati nella torta Preparate delle stelline che andrete ad attaccare sull’arcobaleno con un po d’acqua e infine spennellate il tutto con il lucido. Preparate altre paline bianche legate le une dalle altre formando della specie di nuvolette. Queste vi serviranno per metterli dietro l’arcobaleno per dare stabilità una volta poggiato sulla torta. FONTE http://www.misya.info

Nessun commento:

Posta un commento