.

.

martedì 25 settembre 2012

Crostata al limone meringata

ingredienti 300 gr. di pasta frolla Per la crema 250 gr. di latte
2 tuorli d’uovo 30 gr. di zucchero 30 gr. di amido di mais
1/4 di stecca di vaniglia 1/2 limone 200 gr. di meringa italiana
Accendere il forno a 220°. Foderare con la pasta frolla una teglia bassa da crostata da 25 cm. e con i bordi scanalati; il bordo della pasta non deve essere alto più di 2 cm. Bucherellare la base.
Ricoprire la pasta con carta argentata e mettere sopra dei pesini come riso, fagioli, ecc.; si trovano in commercio addirittura dei pesini fatti apposta.Infornare per 20 mn. poi togliere velocemente carta e pesi e rimettere in forno per altri 5 mn. Questo sistema si chiama “cottura in bianco”.Preparare la crema pasticciera come al solito insieme alla buccia di limone e quando è ancora calda aggiungere il succo; questa crema risulterà meno dolce ma più compatta, ci penserà la meringa a renderla fantastica.Incorporare a questa la metà della meringa, con movimenti delicati dal basso verso l’alto. Stendere questa mousse delicatamente sulla pasta cotta e fredda.Con la rimanente meringa e l’aiuto di un sac-à-poche e bocchetta dentellata fare tanti ciuffetti sulla crema ed eventualmente fiammeggiare col cannello o passarlo brevemente sotto il grill per colorare.Anche se questa crostata il giorno dopo darà il massimo dei profumi, per via della meringa si dovrebbe mangiare subito altrimenti si affloscia tutto e non è più carina. Si può lasciare in frigo la base con la crema stesa e il giorno dopo si decora e fiammeggia...


(fonte blog.studenti)

Nessun commento:

Posta un commento