.

.

venerdì 31 agosto 2012

Pesce buono per le tasche e il cervello

^_^Utile per il cuore, perché aiuta a tenere pulite le arterie, e importante per il cervello, perché nutre i neuroni. Il pesce è un alimento che dovrebbe comparire almeno due o tre volte alla settimana sulle nostre tavole, secondo le linee guida dei nutrizionisti. Ma spesso viene considerato troppo costoso.
In realtà, bisogna solo saper scegliere. Perché accanto alle blasonate fette di spada o ai deliziosi filetti di orata, esistono altre specie, con analoghe qualità, un ottimo sapore e un peso per il portafogli infinitamente più basso. Sono i pesci azzurri, quelli di lago e i molluschi.  Di piccole o medie dimensioni, sono anche meno soggetti all'inquinamento da metalli pesanti (come il mercurio), perché vivono meno a lungo e hanno una probabilità di contaminarsi più bassa rispetto ai colossi del mare.
Il gusto ne soffrirà? Macché. Carpe o sarde non hanno niente da invidiare a qualunque portata a base di pesce spada o di branzino.


Nessun commento:

Posta un commento